Tutti gli incentivi 2013 sui mutui e l’acquisto della prima casa

Casa

Sul sito dell’Aduc (Associazione per i diritti degli Utenti e Consumatori) è stata pubblicata una scheda pratica in cui sono elencati gli incentivi dei quali è possibile usufruire nel 2013 e le agevolazioni per l’acquisto della prima casa.

Rispetto all’anno scorso non ci sono molte variazione ma restano opportunità per chi vuole accendere un mutuo o ha deciso di acquistare la prima casa. Vediamo insieme quali sono:

  • proroga fino al 31/3/2013 del Piano Famiglia dell’Abi;

  • rifinanziamento per tutto il 20213 del Fondo di Solidarietà del Ministero dell’Economia;

  • fondo acquisto prima casa per le giovani coppie.

Piano famiglia

Incentivi 2013 MutuiIl Piano Famiglia offre la possibilità di chiedere la sospensione del pagamento delle rate dei mutui nei casi in cui, per determinati motivi, vi siano difficoltà a pagare puntualmente la rata. Secondo l’accordo firmato originariamente nel 2009 dall’Abi possono richiedere la sospensione del pagamento ma il mutuo deve essere stato sottoscritto con una delle banche aderenti all’accordo.

I soggetti interessati non devono avere un reddito annuo superiore a 40mila euro e devono dimostrare di aver subito, nel periodo Gennaio 2009 e 28 Febbraio 2013 delle difficoltà come la perdita del lavoro, l’ingresso in cassa integrazione, o altre condizioni che abbiano fatto sorgere le condizioni di non autosufficienza.

Gli 84.995 mutui, secondo gli ultimi dati disponibili, che le banche hanno sospeso non possono più usufruire della sospensione tutti gli altri, invece, potranno presentare le richiesta che deve essere inoltrata dalla propria banca, se aderente all’iniziativa, entro il 31 Marzo 2013.

Fondo di solidarietà

Il Fondo di solidarietà del Ministero dell’Economia è uno strumento ideato per aiutare i cittadini in difficoltà con il pagamento delle rate del mutuo. La domanda deve essere inviata alla banca che eroga il mutuo.

Alla data di presentazione della domanda, i beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Titolo di proprietà sull’immobile oggetto del contratto di mutuo che deve costituirsi l’abitazione principale del beneficiario;
  • Titolarità di un mutuo di importo erogato non superiore a 250mila euro in ammortamento da almeno un anno;
  • Indicatore ISEE del nucleo familiare non superiore a 30mila euro.

La sospensione delle rate potrà essere richiesta, da chi si trova in situazioni di temporanea difficoltà, per non più di due volte e per un periodo massimo complessivo di 18 mesi.

Fondo acquisto prima casa per le giovani coppie

Il fondo acquisto prima casa, nel settore del credito, è fruibile. È vero che fino ad oggi in pochi hanno usufruito di questo incentivo ma i soldi ci sono e sono in arrivo delle semplificazioni:

  • il reddito complessivo ai fini Isee sale da 35.000 a 40mila euro e non dovrà almeno per la metà essere frutto di lavoro dipendente;
  • la superficie utile dell’abitazione che gli under 35 vorrebbero acquistare aumenterà di 5mq;
  • le banche e tutti i soggetti finanziatori non potranno più chiedere ulteriori garanzie non assicurative ai giovani futuri mutuatari.
  • i tempi di risposta da parte delle banche al Gestore sull’erogazione del finanziamento saranno spostati dagli attuali sette giorni attuali a 30 giorni.

Se stai pensando di comprare un immobile scopri tutti i nostri appartamenti in vendita a partire da 113.000€. Clicca qui.

Lascia un commento