Con il Quinto Conto Energia il fotovoltaico conviene se si autoconsuma

Ecosostenibilità

Il Quinto Conto Energia per il fotovoltaico è legge da poco più di due settimane ed entrerà in vigore 45 giorni dopo il superamento dei sei miliardi euro di incentivi previsti dal Conto precedente: valore che, secondo l’Autorità per l’Energia, è stato raggiunto il 12 luglio scorso e, perciò, il passaggio al Quinto Conto avverrà il prossimo 27 agosto.

fonti-rinnovabiliIn tempi di spending review, il governo Monti, con il nuovo conto energia, riduce gli incentivi per gli impianti fotovoltaici del 30% e aumenta la spesa pubblica rendendo obbligatori i registri degli impianti di potenza media.

Il nuovo conto, dunque, è più avaro ma, anche se calano gli incentivi, non diminuisce la convenienza degli impianti fotovoltaici domestici. La diminuzione dei sussidi pubblici, infatti, è controbilanciata dalla diminuzione dei costi finali per la produzione e l’istallazione dei pannelli.

Un processo possibile grazie al boom del mercato, allo sviluppo di economie di scala e all’innovazione tecnologica. In particolare, grazie alla riduzione del prezzo degli inverter e dei moduli in silicio policristallino e monocristallino, il costo complessivo di un impianto fotovoltaico è diminuito circa del 35% negli ultimi mesi.

Sommariamente, il nuovo conto energia prevede due distinte tariffe incentivanti: una applicata solo all’energia immessa in rete (la tariffa omnicomprensiva), l’altra solo all’energia auto-consumata (il premio autoconsumo). Nello specifico, la tariffa onnicomprensiva rappresenta la tariffa che verrà riconosciuta per tutta l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico e riversata in rete, mentre, la tariffa premio per autoconsumo si calcola sulla quantità di energia elettrica prodotta dall’impianto e consumata contemporaneamente dall’utenza. La presenza di due tariffe così diverse rende conveniente auto-consumare.

Con il Quinto Conto Energia, dunque, l’impianto fotovoltaico rappresenta un buon investimento, quando il numero delle persone che compone il nucleo famigliare è elevato, la quantità d’acqua utilizzata a scopo sanitario è molta e si impiega il fotovoltaico per il riscaldamento.

Lascia un commento