Leasing immobiliare: tassi, durata, costi e vantaggi

Comprare Casa

Prima il declassamento dell’economia italiana poi, il ritorno delle preoccupazioni per la crisi dell’Eurozona, hanno riportato instabilità sui mercati e lo spread è tornato a salire spingendo verso l’alto anche le condizioni imposte dagli Istituti di credito per la concessione dei finanziamenti.

Rogito notarileTra i finanziamenti vi sono i mutui che rappresentano la forma di finanziamento più richiesta per acquistare casa. Risultano, però, sempre più cari e soprattutto, vengono concessi con il contagocce. Gli italiani, dunque, devono rinunciare al sogno di comprare casa? Non necessariamente.

Potrebbero ricorrere ad una forma di finanziamento poco conosciuta: il leasing immobiliare. Questo strumento finanziario consente di finanziare anche il 100% del valore dell’immobile e si concretizza in una vera e propria locazione finanziaria. Consente pertanto, di acquistare un immobile attraverso il pagamento
di un canone mensile che resta fisso per tutto il periodo scelto.

Chi opta per questa soluzione dovrà versare un anticipo compreso tra il 10 ed il 30% dell’importo richiesto, successivamente pagherà una somma fissa al mese ed alla scadenza pagherà una maxirata finale. Ovviamente, maggiore sarà la rata iniziale, minore sarà il canone e quindi la maxirata finale.

I contratti di leasing si possono stipulare per una durata che va dai 60 (5 anni) ai 240 mesi (20 anni) però, dalla dichiarazione dei redditi non si possono detrarre i canoni corrisposti alla società che concede il finanziamento.

Occorre prestare attenzione e quando si preferisce questa forma di finanziamento al mutuo ipotecario non bisogna ignorare il fatto che la concessione del leasing è legata all’accensione di alcune polizze assicurative e spesso è subordinata, anche, alla fideiussione.

Alcuni vantaggi del leasing immobiliare

Sicuramente vi è il risparmio dei costi notarili per l’ipoteca grazie al fatto che questo strumento finanziario, non prevede alcun tipo di ipoteca. Inoltre, differentemente da quello che accade per i mutui, le società che concedono il leasing detraggono i costi dell’Iva e pertanto, quest’ultimi non gravano sul costo finale dell’immobile.

Lascia un commento